Indietro

Come fissare e regolare correttamente le portefinestre?

18.01.2024

Le porte per balconi sono l’elemento della falegnameria delle finestre che utilizziamo più spesso. Di solito è anche l’elemento più pesante ed è quindi soggetto a una grande forza. Pertanto, dobbiamo prenderci cura della portafinestra in modo adeguato. Come fare? Lo scoprirete leggendo fino alla fine della nostra guida.
Il cedimento delle portefinestre è un processo naturale che deve essere corretto di tanto in tanto. Lo stesso vale, ad esempio, per la tenuta delle portefinestre. Le finestre e le portefinestre sono costantemente sottoposte a sollecitazioni: dall’interno con l’apertura e la chiusura, dall’esterno con la luce del sole, la pioggia o il vento forte. Di conseguenza, sono il telaio e le guarnizioni a risentirne maggiormente, mentre la ferramenta stessa si usura durante l’apertura e il bloccaggio delle ante.
Pertanto, come abbiamo già detto, la maggior parte dei componenti deve essere rinnovata di tanto in tanto e le portefinestre stesse devono essere regolate. Purtroppo i proprietari, soprattutto di finestre nuove, spesso se ne dimenticano, mentre la mancanza di una cura adeguata e regolare può portare a un invecchiamento molto più rapido dei meccanismi, all’abrasione dei rivestimenti protettivi di ferramenta e telai o delle guarnizioni. Di conseguenza, la durata delle finestre diminuisce, così come il comfort di utilizzo.

Quando è necessaria una regolazione della portafinestra?

La corretta regolazione delle ante delle portefinestre viene sempre effettuata durante l’installazione di finestre e porte. Tuttavia, come per qualsiasi elemento di una casa, anche per le portefinestre, con il tempo la struttura funziona e la casa stessa si assesta. Di conseguenza, possono verificarsi piccoli movimenti che rendono necessaria la regolazione della pressione della portafinestra.
Pertanto, è necessario regolare regolarmente le finestre e le portefinestre per garantirne il corretto funzionamento e il comfort. Inoltre, la posizione della porta può cambiare in seguito all’apertura e alla chiusura o alla pulizia di alcuni componenti. Anche le condizioni atmosferiche hanno una grande influenza su questi cambiamenti. Le porte dei balconi sono costantemente esposte alla luce del sole, al vento forte, alla pioggia o alla neve. Vale quindi la pena di controllare i serramenti prima e dopo la stagione invernale. Così facendo, possiamo risparmiare sulle bollette del riscaldamento e assicurarci un isolamento termico migliore.

Regolare le portefinestre: si può fare da soli!

Se si ha la volontà e gli strumenti giusti, regolare le porte dei balconi da soli non dovrebbe essere un grosso problema. È vero che la regolazione della porta da soli per la prima volta può richiedere un po’ di tempo, ma con il tempo ci si abituerà, si impareranno le regole di regolazione e sarà molto più facile. Ma come si procede? Di seguito una panoramica passo passo dei quattro tipi di regolazione.

Regolazione della tenuta dell’anta

Per questa operazione è necessaria innanzitutto una chiave V.SCH.ACP-S. Si può anche provare con una pinza, ma bisogna fare attenzione a non danneggiare le parti metalliche dell’anta.
Una volta ottenuta la chiave giusta, aprite completamente la porta del balcone e trovate i tre riscontri rotondi. Il primo si trova in alto, il secondo al centro dell’anta e il terzo un po’ più in basso. Utilizzando la chiave di cui sopra, ruotate il riscontro prescelto a sinistra o a destra, a seconda delle vostre esigenze.
È bene ricordare che quando la porta è installata, i riscontri sono in posizione neutra. Ciò significa che solo ruotandoli di 90 gradi a destra o a sinistra si potrà allentare o sigillare l’anta, in modo che aderisca meglio al telaio.

Regolazione dell’altezza dell’anta

Se la portafinestra presenta difficoltà di apertura o chiusura, potrebbe essere utile una regolazione dell’altezza, soprattutto se l’anta si abbassa. Se la maniglia fa fatica o l’anta sfrega contro il telaio, potrebbe essere necessario alzarla. A tale scopo, utilizzare una chiave a brugola. La porta deve essere socchiusa prima della regolazione.
La procedura di regolazione delle porte finestre prevede la rimozione del tappo dalla cerniera inferiore e l’inserimento di una chiave a brugola (di solito di 4 mm) nel foro della cerniera superiore, dove si trova la vite di regolazione. Ruotando la chiave in senso orario si alza l’anta, in senso antiorario la si abbassa. Regolare la vite di mezzo giro per evitare l’effetto contrario.
Dopo ogni regolazione della vite, verificare che l’anta si apra e si chiuda senza problemi. Ripetere l’operazione fino a trovare la regolazione ottimale che elimina le difficoltà di manipolazione dell’anta.

Regolazione orizzontale della porta

Se la regolazione dell’altezza non dà i risultati desiderati e la porta continua a creare difficoltà, si può provare la regolazione orizzontale (destra/sinistra). Anche questa procedura richiede una chiave a brugola (di solito della stessa dimensione). Prima di iniziare la regolazione, la porta deve essere socchiusa.
Per regolare la posizione orizzontale della porta, utilizzare la stessa chiave a brugola, esporre la vite di regolazione sul lato della cerniera inferiore e ruotarla di mezzo giro, come per la regolazione dell’altezza. Controllare gli effetti dopo ogni regolazione e ripetere l’operazione se necessario.

Regolazione della porta in diagonale

Se i metodi precedenti non hanno funzionato, abbiamo in serbo qualcos’altro. Quando le regolazioni dell’altezza e del livello non eliminano la difficoltà, possiamo pensare di regolare la posizione della porta in diagonale. A tale scopo, utilizzeremo anche una chiave a brugola che si adatti a tutte le viti della porta. Per la regolazione diagonale, troviamo la vite di regolazione vicino alla cerniera superiore, direttamente contro l’anta della porta. Come per le regolazioni precedenti, ruotiamo la vite di mezzo giro e controlliamo gli effetti dopo ogni regolazione.

E per quanto riguarda il fissaggio delle finestre? Cosa usate per lubrificare la ferramenta?

Oltre alla regolazione delle finestre e delle porte, è molto importante anche la manutenzione regolare. Questa consiste in diverse fasi e quella fondamentale, senza dubbio, è la lubrificazione della ferramenta delle finestre con un prodotto che riduce l’attrito e la protegge dalla corrosione. Per tale lubrificazione si può utilizzare anche la comune vaselina tecnica, l’olio per macchine o il grasso – è importante che tale lubrificante non contenga acidi o resine, che potrebbero causare corrosione.
Quando si protegge la falegnameria, occorre prestare particolare attenzione ai listelli della ferramenta nella parte superiore dell’anta. È qui che si accumula la maggior parte della polvere. Inoltre, controllate gli angoli, i ganci sul telaio, le cerniere e le altre aree in cui è visibile l’attrito. Pulire il resto della ferramenta con un panno leggermente oliato.

Manutenzione delle guarnizioni delle portefinestre

Infine, dobbiamo ancora menzionare la corretta manutenzione delle guarnizioni della porta, che svolgono un ruolo fondamentale nel mantenere il calore all’interno. Queste si trovano nella cornice dell’anta e del telaio, dove sono molto vulnerabili agli agenti atmosferici, in particolare al processo di sgretolamento e fessurazione. L’area più vulnerabile si trova nella parte inferiore del telaio, particolarmente esposta alla luce solare, alla pioggia e allo sporco. È quindi questa l’area in cui le guarnizioni subiscono la maggiore usura. A causa dell’usura, il materiale della guarnizione si indurisce gradualmente, perdendo la sua elasticità, provocando crepe e la perdita della capacità della finestra di proteggere dagli spifferi e dall’umidità.
Per evitare questi problemi, si raccomanda una manutenzione regolare, che prevede la lubrificazione delle guarnizioni con glicerina, olio per macchine o un prodotto dedicato alla cura delle guarnizioni almeno una volta all’anno. In caso di danni, potrebbe essere necessario sostituire le guarnizioni per mantenere la piena funzionalità della finestra.


Contatto veloce

Non sai quale prodotto scegliere?
Contatta i proprietari della comunità.

    Invia un messaggio

    Partner

    Lavoriamo su prodotti di altissima qualità.

    Avete domande?
    Contattateci.
    Invia una richiesta